Il totano è un cefalopede che appartiene alla famiglia dei molluschi, come il calamaro e la seppia. Il suo nome scientifico è “illex Argentinus” e appartenente alla famiglia Ommastrephidae. Confuso spesso con il calamaro si distingue per il colore e per le dimensioni molto più grandi.
Le sue carni sono tenere e squisite e per questo la sua pesca è molto amata e diffusa. Quando la luna sembra nascondersi nella notte buia, i pescatori amano passare ore e ore a tentare di pescarlo in mare aperto.
Descrizione scientifica: illex Argentinus totani sono anche tra i molluschi più prelibati e per questo sono davvero amati sia da chi li cucina sia da chi ha la fortuna di gustarli. Generalmente i totanetti sono più adatti alla frittura perchè più semplici da rendere croccanti, mentre quelli più grossi sono spesso utilizzati per condire primi piatti di ogni tipo o per preparare insalate sfiziose. Viste le poche calorie sono la soluzione perfetta per chi deve seguire una dieta ipocalorica, ma non vuole rinunciare al gusto.
Informazioni nutrizionali
Il totano è un mollusco magro, ricco di fosforo, iodio e calcio; apporta anche un discreto contenuto di proteine. L’indice calorico, invece, è abbastanza basso (solo 68 Kcal ogni 100 g): questi animali sono quindi un ottimo modo di saziarsi senza assumere troppe calorie. Ideale è anche l’apporto di vitamine A e PP.